Che cos’è?

L'artro-risonanza magnetica (artro-RM) è un esame diagnostico che consente, utilizzando un mezzo di contrasto, iniettato in sede intra-articolare sotto guida radiologica, di evidenziare in modo ancora più specifico lesioni che interessano, tendini, strutture scheletriche, legamenti ed elementi fibro-cartilaginei nelle articolazioni in cui il paziente lamenta dolore o instabilità.

A cosa serve?

La risonanza magnetica basale senza mezzo di contrasto è la metodica più frequentemente effettuata per la valutazione delle patologie interessanti l’articolazione della spalla, per la possibilità di individuare con elevata sensibilità e in modo panoramico le alterazioni della cuffia dei rotatori e delle articolazioni gleno-omerale e acromion-claveari. Nei casi di instabilità dovute ad anomalie dell’apparato capsulo legamentoso con versamento articolare scarso o assente, rimane piuttosto elevato il numero di situazioni in cui la risonanza magnetica può dare solo risposte dubbie o sospette a causa del collabimento delle strutture capsulo-legamentose non distese da liquido; in questi casi l’esecuzione dell’artro risonanza magnetica rappresenta la soluzione migliore per ottenere una precisa identificazione e definizione delle lesioni. L'artro-Rm è quindi considerata la metodica più completa per la valutazione delle patologie che interessano le articolazioni e consente di individuare con elevata sensibilità e in modo panoramico le eventuali lesioni legamentose o fibrocartilaginee (ad es. nella lussazione di spalla) Attualmente l’utilizzo di questa metodica si ridotta notevolmente per 2 motivi: in caso di lussazione acuta gli specialisti di spallaonline prescrivono di eseguire entro 7-8 gg una rmn alto campo che sfruttando la presenza di un versamento siero ematico naturale post trauma, diviene in pratica una emo artro -rmn con lo stesso grado di specificità e senza necessità di introdurre mezzo di contrasto. L’altro motivo è che gli specialisti di spallaonline eseguono durante la visita una artro-ecografia attraverso una infiltrazione articolare di anestetico e anti infiammatorio con un aumento ulteriore di specificità e sensibilità per le lesioni parziali e complete di cuffia.

Come si svolge?

Non ci sono particolari regole di preparazione per il paziente e tutti possono eseguire l’esame, ad eccezione per le donne in gravidanza. Consiste nell’esecuzione di un’indagine RM dopo aver iniettato una soluzione diluita di un liquido di contrasto all’interno dell’articolazione.

È un esame doloroso?

La procedura può risultare minimamente dolorosa per il paziente, che in qualche caso avvertire impaccio e fastidio alla spalla dovuto alla distensione articolare nel periodo successivo all’esame. La procedura può risultare fastidiosa per l’iniezione del mezzo di contrasto in sede intra-articolare.

Controindicazioni?

Non vi sono, generalmente, controindicazioni legate a reazioni allergiche. Quanto dura? In genere la durata dell’artrorisonanza magnetica della spalla è complessivamente di 10 minuti circa per l’iniezione intrarticolare e di 20 minuti per la procedura di risonanza magnetica.

Scarica l'allegato

 
88 kB